Sassolungo

Posted By on Mag 4, 2014 | 0 comments


 

SASSOLUNGO 3178 m.

“ IL PANDORO DELLA VAL GARDENA “

PREFAZIONE:
IL GRUPPO DEL SASSOLUNGO SORGE A CAVALLO DI DUE VALLI FAMOSE, QUELLA DI FASSA E DI GARDENA. SI COMPONE IN SOLE SETTE CIME, TUTTE DI ECCEZIONALE BELLEZZA E TUTTE POTENTI NELLE DIVERSE FORME: IL SASSOLUNGO, LAPUNTA DELLE CINQUE DITA, LA PUNTA GROHMANN, LA CIMA DANTERSASS, LA TORRE INNERKOFLER, IL DENTE, IL SASSOPIATTO.
SASSOLUNGO 3178 m.: IMMANE COLOSSO ROCCIOSO DEL, PRECIPITA A PICCO SOPRA LA VAL GARDENA, ED E’ IL SIMBOLO DELLA VALLATA.
CI SONO MOLTE DIFFICILI VIE CHE RISLGONO QUETO “PANDORO” DALLE PARETI LUGNHE 800 m. E OLTRE, COME LO SPIGOLO NORD E SONO DA TENTARSI, SOLO, CON CONDIZIONI DI TEMPO ASSOLUTAMENRE SICURO!.
PER LE DIFFICOLTA’ DELLA PARETE, PER LA LORO LUNGHEZZA, A 70 METRI SOTTO LA VETTA, ESISTE UN BIVACCO FISSO APERTO. HO POTUTO SALIRE IL SASSOLUNGO PER BEN TRE VOLTE, E A MIO AVVISO, E’ CONSIGLIABILE CONOSCERE LA VIA DI DISCESA.
ALLE PRIME LUCI DELL’ALBA, IL SASSOLUNGO EMERGE DAL BOSCO ANCORA BUIO. DA QUEL BOSCO PARTONO IN MOLTI, ESCURSIONISTI E ALPINISTI PER ESCURSIONI ED ARRAMPICATE FINO ALLE SUE CIME. IL PANORAMA IN VETTA, CHE CONFINA CON IL CIELO, E’ DAVVERO UNICO.
SI PUO’ SPAZIARE OLTRE LA VALLE, CON IL SOLE TANTO VICINO DA PENSARE DI POTERLO TOCCARE.
NEL 2000, CON L’OCCASIONE DI UNA BELLISSIMA GIORNATA, CON UN CIELO BLU COBALTO, HO SALITO LO SPIGOLO NORD, IN LIBERA. ARRAMPICATA DI IV° CON UN PASSAGGIO DI V° INFERIORE DI 1200 METRI IN UN’ORA E 45 MINUTI. HO TROVATO IL SILENZIO CHE MI HA ACCOMPAGNATO FINO ALLA VETTA E IN CIMA LA NEVE PER RINFRESCARMI. E’ STATA UN’ASCENSIONE INDIMENTICABILE; GIOIA DI ARRAMPICARE, SOLITUDINE, RIPIDITA’ DI SALIRE LA VIA PER LO STATO DI BENESSERE INTERIORE, LA CONSAPEVOLEZZA DI AFFRONTARE CON SICUREZZA E FACILITA I VARI PASSAGGI PIU’ IMPEGNATIVI E IL COMPLETO ISOLAMENTO DAL MONDO ABITUALE, MI HANNO REGALATO, IN CIMA, IL SAPORE DELLA VITTORIA E DELLA GIOIA DI AVERMI VINTO.
CINQUE DITA 2996m.: QUESTA FRASTAGLIATA MONTAGNA, CHE APPUNTO RECA CINQUE PUNTE SOMIGLIANTI A UNA MANO TESA COSTITUISCE, PER L’ALPINISTA IN CERCA DI SOLUZIONI CON VIE BELLE, CLASSICHE E PER LA VICINANZA A L RIFUGIO DEMEZ. UNA DELLE MONTAGNE PIU’ ALPINISTICHE DELLE DOLOMITI. LA TRAVERSATA DI QUESTA CRESTA A CINQUE PUNTE, COSTITUISCE, UNA SOLUZIONE “CLASSICA” DEL GRUPPO. IN GENERE SI TRAVERSA DA SUD-OVEST A SUD-EST. I PASSAGGI PIU’ INTERESSANTI SONO LA LUNGHEZZA D’ATTACCO, LA SCALATA DEL MIGNOLO, LA FESSURA SCHUSTER PER SCENDERE SULLA FORCELLA DEL POLLICE E QUINDI ALLA FORCELLA DEL SASSOLUNGO. ANCH’IO SONO SALITO, CO L’INTEZIONE DI ESEGUIRE LA TRAVERSATA, MA SONO STATO COLPITO DALLA FESSURA CHE TAGLIA IL CENTRO DELLA PARETE E PORTA IN CIMA ALL’ANNULLARE. LA FESSURA KIENE CON DIFFICOLTA’ DI V°, E DUE PASSAGGI DI V°+, LA RITENGO ALPINISTICAMENTE DI ALTO LIVELLO. COMPAGNI DI CORDATA SONO STATI MARIO BROVAZZO DI 73 ANNI E RENATA FOSSETTA CHE PER AMICIZIA E CORTESIA NON RIFERISCO LA SUA ETA’.
PUNTA GROHMANN 3126 m.: COSTITUISCE CON LE ALTRE DUE CIME: CINQUE DITA E SPALLONE DEL SASSOLUNGO UNA DELLE PIU’ CARETTERISTICHE IMMAGINI DELLE DOLOMITI. NEL 1875 DAL NOME ORIGINALE DI SASSO DI LEVANTE, SU PROPOSTA DI HOERNER, CHE VOLEVA DEDICARE UN’IMPORTANTE QUOTA, AL PIU’ GRANDE ESPLORATORE DELLE DOLOMITI, SI COMINCIO’ A PARLARE DI PUNTA GROHMANN. LO STESSO GROHMANN, PERO’, NON SALI’ MAI SU QUESTA MONTAGNA, CHE INVECE FU CONQUISTATA DA MICHELE INNERKOFLER, IN SOLITARIA, NELL’ESTATE DEL 1880. DA CONSIDERARE ITINERARI CLASSICI SOLO QUELLI SUL VERSANTE SUD E DA EST-NORD-EST. AD OVEST L’IMMAGINE DELLA PUNTA E’ UN’IMMAGINABILE ALTOPIANO APPENA INCLINATO. 
Giuseppe Frison
.

RIFUGI E ACCESSO:
ILRIFUGIO PASSO SELLA A METRI 2176 DEL CAI DI BOLZANO, E’ SITUATO PRESSO LA STAZIONE DI PARTENZA DELLE TELECABINA PER LA FORCELLA DEL SASSOLUNGO.
IL RIFUGIO DEMEZ 2681 m. ALLA FORCELLA DEL SASSOLUNGO. PUNTO STRATEGICO PER LA NOMALE DEL SASSOLUNGO E LE VIE ALLA PUNTA DELLE CINQUE DITA.
IL RIFUGIO VICENZA 2380 m. NEL CUORE DEL GRUPPO. ACCOGLIENTE E BASE PER ESCURSIONI E SCALATE ALPINISTICHE DI RILIEVO.
IL RIFUGIO COMICI CHE SI TROVA SOTTO L’IMPRESSIONANTE BALZO SETTENTRIONALE DO 1000 m.

Link: www.sat.tn.it – www.dolomiti.org – www.valgardena.it

 

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *