Tofana di Rozes


Tofana di Rozes – 1° Spigolo


Posted By on Lug 19, 2015

TOFANA DI ROZES 2650 m. – 1° Spigolo SPIGOLO SUD-OVEST VIA. U.POMPANIN – A. ALVERA’ PREMESSA: divertente e simpatica via, che segue l’elegante spigolo che perviene alla cima del pilastro.  Lo spigolo offre un’arrampicata entusiasmante, aerea, che nel suo complesso, diventa una divertente e simpatica via.  Nel 1974, l’ho salita con gli scarponi, con l’amico “NANE”, ora guida alpina, a comando alternato. Nel 2001, R, con il simpatico ragazzo 16 anni Filippo Ranchio, soprannominato “COSTICINA”, con una entusiasmante arrampicata, in quanto, durante la salita mi ritornavano in mente i vari passaggi. Questa volta, salivo con le ballerine, e deve dire molto più elegantemente. Per il giovane compagno di cordata è stat una giornata indimenticabile. Per me era una gratificazione, inquinato avevo preparato modo Filippo che a 16 anni arrampicava con disinvoltura, destrezza, sicurezza. Giuseppe Frison. Dislivello: circa 400 mt. Tempo di salita: circa 4 ore.  Avvicinamento: Dal rifugio Dibona, imboccare la carrareccia che porta al rifugio Giussani ed alla ferrata Lipella. Oltrepassata la stazione della teleferica si punta, seguendo ancora l’evidente e ben tracciato sentiero, al primo spigolo che si stacca dalla cima principale della tofana. Raggiunto il sentiero che passa sotto le pareti, ci si porta all’attacco della via. Salita: SALIRE PER 40 METRI SULLA FACCIA SINISTRA DEL DIEDRO (IV°e IV°+). SOSTA SOTTO UN TETTO, BEN VISIBILE DAL BASSO, CHE CHIUDE LA PARETE DI SINISTRA DEL GRANDE DIEDRO. SI SALE LA PARETE DESTRA DEL DIEDRO, CHE ORA SI FA PIU’ VERTICALE, PER EVITARE IL TETTO, E PROSEGUIRE NEL DIEDRO FINO A QUANDO, QUESTO, E’ CHIUSO DA UNO STRAPIOMBO. ORA SUPERARE LO STRAPIOMBO TRAVERSANDO LEGGERMENTE LA PARETE SINISTRA DEL DIEDRO E POI DIRITTO PER FESSURA, FINO AD USCIRE DAL DIEDRO SU UN BUON PUNTO DI SOSTA (V°+). IL SUPERAMENTO DEL STRAPIOMBO E’ IL TRATTO PIU’ IMPEGNATIVO. SALIRE A DESTRA DELLA SOSTA PER UN PICCOLO DIEDRO-CAMINO E SENZA VIA OBBLIGATA SI SALE, PER FACILE PARETE DI 40 METRI. SOSTA (III°). PROSEGUIRE, LEGGERMENTE A SINISTRA, PUNTANDO SU PER UN DIEDRO SOTTO AD UNA PARETE GIALLA STRAPIOMBANTE. AL SUO TERMINE PROSEGUIRE A DESTRA PER ALCUNI METRI PER UNA RAMPA. SOSTA. TRAVERSARE A DESTRA FINO A RAGGIUNGERE UN AEREO PULPITO SUL FILO DELLO SPIGOLO. SOSTA SU CHIODI. DAL PULPITO SALIRE QUALCHE METRO SULLA DESTRA DELLO SPIGOLO E TRAVERSARE A DESTRA, SOTTO UNO STRAPIOMBO GIALLO, FINO A RAGGIUNGERE UNA FESSURA ALL’INIZIO GRIGIA. ATTENZIONE ALL’ ATTRITO DELLA CORDA. SALIRE LA FESSURA E SUPERARE UN STRAPIOMBINO CHE LA CHIUDE (V°, 30m. UN PASSO DI V°+). IL SUPERAMENTO DELLA FESSURA E’ IL TRATTO CHIAVE DEL TIRO. CONTINUARE PER FACILE RAMPA FINO AD UNA GRANDE CENGIA. SULLA CENGIA ATTRAVERSARE ALCUNI METRI SULLA SINISTRA DELLO SPIGOLO PER TROVARE UN POSTO DI SOSTA CON CHIODI. SALIRE LA...

Read More