Pareti Verticali

Arrampicate nelle Dolomiti


Le mie Dolomiti

Il mio zaino non è solo carico di materiali e di viveri: dentro ci sono la mia educazione, i miei affetti, i miei ricordi, il mio carattere, la mia solitudine. In montagna non porto il meglio di me stesso: porto me stesso, nel bene e nel male

Catinaccio Rifugi

Catinaccio Rifugi

CATINACCIO  “Rosengarten”  Rifugio Paolina 2125 +39 0471613281 web Rifugio Roda di Vael 2280 0462764450 web Rifugio Ciampedie 1998 0462764432 web Rifugio Negritella 1986 3356535126 web Rifugio Gardeccia 1963 0462763152 web Rifugio Micheluzzi 1850 04622750050 web Media Val Duròn Rifugio Stella Alpina 1963 0462763270 web Gardeccia Rifugio Catinaccio 1648 04622764615 web Gardeccia Rifugio Vajolet 2243 0462763292 web  Catinaccio – le Torri del Vajolet Rifugio Preuss 2243 3687884968 web  Rif. Preuss si affaccia sul vallone del Vajolet Rifugio Re Alberto I 2621 046723428 web Tiers,  conca del “Gartl” Rifugio Passo Santner 2734 3406562228 web Al passo Santner Rifugio Passo Principe 2601 3394327101 web Passo Principe, alla testata della Valle del Vajolet. Rifugio Antermonia 2497 0462602272 web Lago d’Antermóia Rifugio Fronza”Rosengartenhutte” 2339 0471612033 web Versante O –  Catinaccio Rifugio Val di Bona 2099 0462601153 web Val di Genova Rifugio Bergamo”Grasleitenhutte” 2134 0471642103 web Vallone del Principe Catinaccio Setten. Rif. Locanda Duca Rifugio Alpe di Tierser 2440 0471707460 0471 727958 web Altopiano  Sciliar, ai piedi dei Denti di Terrarossa. Rif. Monte Cavone 1737 3478131152 Bivacco Latemar”A.Sieff” 2365...

More Information
Marmolada

Marmolada

MARMOLADA E LA SUA “PARETE D’ARGENTO” Inviate delle foto o un rapporto più dettagliato, con il Vostro aiuto posso rendere la relazione, più esatta e utile. Grazie Suggerimenti; scrivi a: paretiverticali@msn.com TOP Marmolada “REGINA DELLE DOLOMITI”. Copyright © Pareti Verticali Prefazione: La Marmolada ha sempre riscontrato nella sua storia, un significato alpinistico sacrale. Arrampicare su splendida roccia, in solitudine, con lunghe vie di 30 tiri e oltre. Si capisce il perchè è una montagna dove, per scalarla, ci si deve presentare con umiltà e preparazione. Poter superare lo sfuggente e repulsivo calcare, solidissimo, per vie classiche, con costanti difficoltàche hanno segnato la storia dell’alpinismo, è necessario avere mente e corpo liberi da ogni pregiudizio, confronto, protagonismo. Ritengo, che tute le vie tracciate, sulla parete Sud, siano da considerare, mirabili ed eleganti; risultato di ciclopiche difficoltà e combinazioni per raggiungere la vittoria su questa montagna d'”Argento”. Arrampicare sulla parete della “Regina delle Dolomiti”, è una stupefacente esperienza alpinistica, dove l’uomo viene appagato, da questa vasta muraglia, nel suo io. Giuseppe Frison. Copyright...

More Information
Gruppo di Brenta

Gruppo di Brenta

  Gruppo di Brenta “Uno spettacolo tra guglie, campanili, rocce e torrenti percorsi lungo sentieri che si dimentica tutto per il fascino che ti regala il gruppo di Brenta Premessa: Le dolomiti del Brenta, offrono all’escursionista e all’alpinista la grandiosità di paesaggi e pareti da scalare, che in nessun altro gruppo si può trovare. L’immensità e l’estensione dei panorami che si vedono da tutti i fronti, camminando lungo strette cenge, ricchi di particolari come: cime, pareti colossali, guglie slanciate, campanili stagliati verso il cielo, ghiacciai, canaloni innevati, soddisfano ogno esigenza sia dal punto naturalistico che alpinistico. Le Dolomiti di Brenta: Il gruppo si estende per circa 40 chilometri in direzione nord – sud, e per circa 12 km da est ad ovest. Ha come confini naturali a nord la Valle di Sole, ad est la Valle di Non, il Lago di Molveno e la Paganella, a sud le Valli Giudicarie, e ad ovest la Valle Rendena. L’intero gruppo del Brenta è compreso nel territorio del Parco Naturale Adamello-Brenta. Una particolare...

More Information

Chi Sono

Ho la consapevolezza di aver preso una decisione azzardata, sia per l'ora tarda per affrontare la scalata, quasi milleduecento metri di via, sia per la complicata e lunga via di ritorno... ma la tranquillità mentale e la voglia di arrampicare mi da il motivo di salire, in libera, la parete, perchè la scalata solitaria è la realtà alpinistica più bella, più affascinante, più indescrivibile, più emozionante... si arrampica con l'anima

Giuseppe Frison

Giuseppe Frison

  • Scalata 98%